Quali Sono Le Principali Attrazioni Turistiche di Busto Arsizio

 

—> Se hai deciso di visitare Busto Arsizio ti consigliamo di prenotare subito il MO.OM Hotel, uno degli hotel in zona Busto Arsizio che si distinguono per design, classe e servizi a disposizione

Hai programmato da tempo di fare un salto a Busto Arsizio però sei a corto di idee su cosa visitare?

Con la nostra guida potrai scoprire i più importanti monumenti e luoghi di interesse di questa incantevole cittadina lombarda.

Busto Arsizio è il comune con più abitanti della provincia di Varese, addirittura più del capoluogo, ed è famoso in tutta Italia per essere un famoso polo commerciale e industriale.

Con una storia risalente all’epoca romana, questa caratteristica città vanta diverse attrazioni che vale la pena vedere, tra cui è d’obbligo segnalare il Museo del Tessile, il Santuario di Santa Maria di Piazza, la Basilica di San Giovanni Battista e il Museo Civico Storico Artistico, tutti unici nel suo genere.

Ti consigliamo di visitare innanzitutto il Museo del Tessile, un edificio che ha l’obiettivo di diffondere l’importantissima storia dell’industria tessile, fin da suoi originari processi produttivi.

Al suo interno trovano posto tutta una serie di oggetti, dai macchinari ai documenti storici, relativi a questa tradizione industriale che ha radici settecentesche.

Un altro luogo interessante da esplorare è il Santuario di Santa Maria di Piazza, risalente al secolo XVI secolo, dove potrai contemplare opere scultoree originali e una serie di interessanti quadri di epoche diverse.

Fermati a vedere al suo interno la magnifica Statua della Madonna dell’Aiuto, collocata dentro una teca per proteggerla dall’usura del tempo. Costruita interamente in legno policromo, quest’opera è stata realizzata da Fabrizio De Magistris all’inizio del 1600 ed è stata sistemata sopra l’altare, affiancata da due angeli risalenti al Cinquecento.

Un altro edificio sacro molto importante di Busto Arsizio è la Basilica di San Giovanni Battista, edificato nel Seicento secondo lo stile barocco e corredato da ben sei cappelle laterali, ognuna dedicata a un santo: la Cappella di San Carlo Borromeo, la Cappella del Crocifisso, la Cappella delle Reliquie, la Cappella di San Giuseppe, la Cappella della Madonna e infine la Cappella di Sant’Ambrogio e Beata Giuliana.

Infine recati anche al Museo Civico Storico Artistico, istituito nel lontano 1960 e situato in un’ambientazione fantastica nota come Palazzo Marliani Cicogna. Scopo del museo è quello di custodire le più meritevoli opere d’arte di proprietà del comune, che siano dipinti, sculture o particolari testimonianze storiche. Dal 2002, dopo numerosi interventi per ampliare gli spazi di esposizione, sono stati aperti al pubblico anche una biblioteca e un’area prettamente riservata alle mostre d’arte.

Ultimamente la collezione del museo si è arricchita in modo sensibile, grazie soprattutto a donazioni di private e ad acquisizioni finanziate dallo stesso Comune di Busto Arsizio.

—> Se hai deciso di visitare Busto Arsizio ti consigliamo di prenotare subito il MO.OM Hotel, uno degli hotel in zona Busto Arsizio che si distinguono per design, classe e servizi a disposizione

 

Posted: 13 Novembre 2017

 
 
 
Iscrizione newsletter
 
 
 
  subscribe