fbpx
 

Guida Turistica Sintetica Di Varese

 

—> Se stai cercando un hotel a Varese, sceglie il MO.OM Hotel. Scorri il sito e scopri perché sia uno degli alberghi più scelti in zona Varese.

Varese, capoluogo lombardo di circa 80.000 abitanti, è famosa anche per essere una “città-giardino”, grazie alla presenza di numerose aree verdi e parchi sterminati, in gran parte ricavati da ville edificate tra il XVIII secolo e l’inizio del XX secolo, prima da famiglie di nobili e più recentemente da industriali meneghini e rappresentanti dell’alta borghesia.

Ai piedi del Sacro Monte, Varese si trova adagiato su sette colli (il Colle di San Pedrino, il Colle di Giubiano, il Colle Campigli, il Colle di Sant’Albino, il Colle di Biumo Superiore, il Colle di Montalbano e il Colle dei Miogni).

Su uno di questi, precisamente nel rione di Biumo Superiore, sorge il complesso delle Ville Ponti, ora centro congressi e proprietà della Camera di Commercio, e Villa Panza, sede di un’importante collezione d’arte moderna.

Questi due complessi sono solo un piccolo esempio delle monumentali ville che, grazie alla loro bellezza e ai loro pregevoli giardini, fecero considerare Varese nel 1700 “la Versailles di Milano”.

Infatti la città di Varese è ricca di ville e castelli, spesso edificati in stile liberty. Si tratta perlopiù di ville storiche, per la maggior parte sedi di musei o di enti istituzionali, di grande fascino tanto per le costruzioni che per i magnifici giardini che le circondano.

Oltre ad alcune costruzioni sparse nel centro storico della città, come Palazzo Pretorio o villa Cagna, figurano alcuni importanti edifici già destinati nel passato a lussuosi alberghi e importanti strutture ricettive.

Uno di questi è senza dubbio Villa Recalcati, sede attuale della Provincia di Varese, ma nato come residenza settecentesca di campagna per l’omonima famiglia milanese, che nel 1874 venne trasformata in un signorile hotel.

Oltre alle ville, ci sono tante altre attrazioni in queste città, dalle chiese (Basilica di San Vittore e la Chiesa della Madonnina in Prato, su tutte) ai palazzi storici come il Palazzo Estense, con i suoi giardini all’italiana, il Palazzo del Pretorio e il Palazzo Biumi.

Tutto il Varesotto è conosciuto anche come il centro dell’industria, grazie allo sviluppo di moltissime industrie tessili e meccaniche che rappresentano il traino dell’economia lombarda.

Come la maggior parte delle cime italiane, anche a Varese trionfa la spettacolare altezza del Sacro Monte con i suoi magnifici panorami, tanto da appartenere alla Lista del Patrimonio dell’umanità dell’Unesco.

Il Sacro Monte domina la città di Varese ed è facilmente raggiungibile dal centro cittadino, anche tramite una suggestiva funicolare. Percorrendo la salita, si incontrano quattordici cappelle del Rosario, che portano fino al Santuario Maria del Monte, che fin dal Medioevo è considerato il termine ultimo di un percorso di pellegrinaggio.

A ridosso della città di Varese merita senz’altro una visita il Parco regionale Campo dei Fiori, area naturalistica di oltre cinquemila ettari costituita dal monte Campo dei Fiori e dal monte Martica, con al suo interno sei riserve naturali che racchiudono gli ambienti più importanti e caratteristici.

Si tratta di un luogo che mostra aspetti di estremo interesse, sia di tipo naturalistico che storico, riferiti a un passato denso di avvenimenti e tradizioni: piccoli borghi contadini, complessi monumentali di rara bellezza, sistemi di grotte articolati e una curata rete di sentieri percorribili a piedi e in bicicletta.

—> Se stai cercando un hotel a Varese, sceglie il MO.OM Hotel. Scorri il sito e scopri perché sia uno degli alberghi più scelti in zona Varese.

Posted: 4 Novembre 2017

 
Varese |
 
 
 
Iscrizione newsletter
 
 
 
  subscribe