Guida Turistica Sintetica di Busto Arsizio

 

—> Se hai deciso di visitare Busto Arsizio ti consigliamo di prenotare subito il MO.OM Hotel, uno degli hotel in zona Busto Arsizio che si distinguono per design, classe e servizi a disposizione

Busto Arsizio è una città di oltre 80.000 abitanti e viene considerato il motore industriale di tutta la zona dell’Alto Milanese.

Secondo alcune ipotesi etimologiche, il nome Busto Arsizio avrebbe origini liguri, anche se tale possibilità non è mai stata confermata ufficialmente.

In città non si parla solo italiano ma è diffuso, e molto sentito, anche il dialetto bustocco, una sorta di lingua romanza derivata dal latino con influenze liguri.

Come evidenziano i documenti ufficiali, i suoi territori sono stati abitati fin dall’epoca romana, nel periodo che presumibilmente va dal II secolo al IV secolo d.C. Sicuramente c’è stato un passaggio sul territorio anche dei Longobardi, se si considera che i santi patroni della città sono San Giovanni Battista e San Michele Arcangelo, a cui questa antica popolazione germanica era devota.

In seguito nell’Alto Medioevo la cittadina è diventato uno dei siti più famosi per la lavorazione delle pelli, per poi sviluppare, tra fine Settecento e inizio Ottocento, una valenza strategica nel campo della meccanica e della lavorazione del cotone.

Località da sempre considerata ricca e con un tenore di vita al di sopra della media nazionale, Busto Arsizio oggi è famoso anche per l’industria artigianale, come dimostra la pregiatissima lavorazione del peltro, usato soprattutto per la creazione di monili, trofei e innumerevoli altri oggetti artistici.

Sulla scia del benessere, infatti, diversi imprenditori si sono costruiti nei primi anni del Novecento delle splendide ville in stile Liberty, che tutt’oggi costituiscono gran parte del patrimonio architettonico autoctono.

La città di Busto Arsizio è stata insignita addirittura di due onorificenze, entrambe molto significative.

La prima, datata 2 giugno 1963, si riferisce alla consegna dell’allora presidente della Repubblica, Antonio Segni, della medaglia d’oro ai benemeriti della scuola, della cultura e dell’arte.

Mentre il 9 aprile 1979 Busto Arsizio ha ricevuto dalla carica istituzione più alta del Paese, il presidente della Repubblica Sandro Pertini, la medaglia di bronzo al valor militare per i meriti acquisiti durante la lotta partigiana nel corso della guerra di Liberazione al termine seconda guerra mondiale.

—> Se hai deciso di visitare Busto Arsizio ti consigliamo di prenotare subito il MO.OM Hotel, uno degli hotel in zona Busto Arsizio che si distinguono per design, classe e servizi a disposizione

Posted: 13 Novembre 2017

 
 
 
Iscrizione newsletter
 
 
 
  subscribe